video-audizioni-xfactor-9

Dopo le assegnazioni delle categorie e il Bootcamp delle Under Donne di Fedez e dei Gruppi di Alvaro Soler, ora tocca ad Arisa e Manuel Agnelli compiere delle scelte per Under Uomini e Over. Lorenzo propone “Summertime Sadness” di Lana Del Rey accompagnandosi con la chitarra, ma ad Arisa non basta e lo mette alla prova con pochi secondi acapella di “Nessun Dorma”. La comunicazione di Enrico, che al Bootcamp canta “Budapest” di George Ezra, convince Arisa.

Secondo Arisa Antonio ha un timbro onesto e vero e con “3 minuti” dei Negramaro conquista una sedia.
Michele canta “Fix You” dei Coldplay e divide il tavolo dei giudici: per Arisa il suo timbro è finto ed è tempo di test: con “Alba Chiara” di Vasco Rossi in versione acapella conquista una sedia. Pietro con “All of the stars” di Ed Sheeran dimostra di avere l’attitudine che Arisa sta cercando.

Federico è un’artista di strada e alle Audizioni ha fatto discutere i giudici con la sua storia: con “9 Crimes” di Damien Rise e il test “Nessun Dorma” acapella conquista l’ultima sedia disponibile, ma lascia dei dubbi ad Alvaro Soler e Fedez. Lorenzo interpreta con tutta l’energia che ha “Smell like teen spirit” dei Nirvana. Ad Arisa sono arrivate tutte le sue intenzioni e opta per il primo switch: Michele deve alzarsi.

Marco ha deciso di non ballare e concentrarsi solo sul canto sulle note di “Writing on the wall” di Sam Smith: la sua scelta vale una standing ovation del pubblico, la commozione del collega Enrico e una sedia! Arisa fa alzare Antonio e il pubblico esprime senza filtri il proprio disaccordo. Salvatore canta sognante “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco accompagnandosi con la chitarra. Arisa chiede lo switch con Federico che non nasconde tutta la propria delusione.

Il giovanissimo Gabriele si rivela all’altezza della situazione con “The man who can’t be moved” dei The Script. Il pubblico lo sostiene con forza con una standing ovation. Lo switch con Enrico mette Arisa in una posizione davvero difficile: portare avanti le proprie idee senza il sostegno del pubblico che ancora una volta non è d’accordo. La storia e le intenzioni di Lorenzo hanno convinto Arisa fin dalle Audizioni.

Diego affronta il palco in un momento di forte tensione con “Riptide” di Vance Joy e conquista la sedia: questa volta è Pietro a doversi alzare. Tutta la follia e il talento di Diego sul palco di #XF10 non lasciano più dubbi ad Arisa: la sedia deve essere sua che ha convinto ancora una volta con “Crazy” di Gnarls Barkley. È switch con Lorenzo.

Per la categoria Under Uomini di Arisa accedono al Bootcamp: Lorenzo, Marco, Salvatore, Lorenzo, Diego e Diego.

Tocca a Manuel Agnelli riempire le sei sedie in vista delle Home Visit. Simone in arte Muna canta “Pompeii” dei Bastille e deve imparare a rischiare un pochino in più secondo Arisa e Manuel, ma può comunque prendere posto nella prima sedia disponibile. Sarah è molto legata al brano “La canzone dell’amor perduto” di Fabrizio De Andrè che però non valorizza le sue doti al cento per cento. Manuel decide di farla sedere, nonostante i dubbi Simone propone “Let it go” di James Bay catturando ancora una volta l’attenzione di tutti con dinamiche e stile: la sedia è sua! Sara esprime se stessa con “Kiss from a rose” di Seal e può accomodarsi sulla sedia.

Tocca a Giovanni che interpreta “Mentre dormi” di Max Gazzè e Manuel apprezza molto la sua proposta italiana, ma questa volta avrebbe preferito ascoltare qualcosa di più ritmico. Con due sedie disponibili può comunque sedersi. Kenny Ray si emoziona ed emoziona con “Lay me down” di Sam Smith dimostrando anche un miglioramento dalle Audizioni. L’ultima sedia tutta sua!

Matteo con la sua chitarra e il pezzo “The dock of the bay” di Otis Redding esprime tutte le sue doti, ma Manuel da lui si aspettava una rielaborazione diversa e più originalità: nessuna sedia traballa e Matteo non prosegue la sua avventura a X Factor. Eva ha scelto “Don’t know why” di Norah Jones per convincere Manuel Agnelli e una sedia è sua per l’anima con cui l’ha interpretata: è switch con Sarah Veronica rischia con “Piece of my heart” di Janis Joplin e il pubblico la premia con una standing ovation: secondo Arisa, Alvaro e Manuel non ha valorizzato il brano al massimo, ma Manuel ricorda bene la sua audizione e propone lo switch con Simone.

Armando orinonauta canta la “Donna Cannone” di Francesco De Gregori. Manuel Agnelli teme che non sia pronto a reggere la tensione delle prossime tappe e con dispiacere non lo fa sedere. Alessandra coinvolge tutti, tranne Alvaro Soler, con “Fall in love” di Sammy J e Manuel non ha dubbi: è switch con Kenny Ray! L’ultimo a esibirsi per gli Over è Andrea che incanta con “Hallelujah” di Leonard Cohen facendo alzare tutto il pubblico dalle proprie sedie e purtroppo anche Sara.

Per la categoria Under Uomini di Manuel Agnelli accedono al Bootcamp: Simone, Giovanni, Eva, Veronica, Alessandra e Andrea.